Ora la proposta è diventata realtà.

E' stata inaugurata il 6 luglio 2014 ed ora è diventata un servizio per tutta la cittadinanza.

Ma quali sono stati i presupposti e le finalità dell'iniziativa?

Il Comune di Volongo, consapevole che l’acqua è un bene di tutti e che, in particolare, l’acqua erogata dalla pubblica rete è pura e controllata, in un contesto di continua promozione di temi di sostenibilità ambientale e di pubblica utilità per i propri cittadini, ha sviluppato un progetto di sostenibilità ambientale, rivolto all’utilizzo dell’acqua erogata dal rubinetto e alla conseguente diminuzione di rifiuti plastici, legata alla riduzione del consumo di acqua in bottiglia. L’Italia detiene il primato di acqua minerale in bottiglia: ogni anno ne consumiamo 194 litri a testa. Ma la confezione (in bottiglie di plastica) ed il trasporto (principalmente su gomma) dell’acqua minerale ha enormi ripercussioni sull’ambiente, in termini di emissioni di gas serra e di rifiuti prodotti.


L’acqua del rubinetto, oltre ad essere frequentemente controllata, è sicura ed economica: un litro costa poco più di 0,001 euro, 500 volte meno di quella minerale.

L'Amministrazione è particolarmente attenta alle attuali problematiche ambientali ed ha portato avanti il progetto “Casa dell’Acqua”, come elemento innovativo nei processi di consumo per la salvaguardia dell’ambiente.

Il Comune, in considerazione delle diverse iniziative intraprese sul territorio, per incentivare l’utilizzo dell’acqua di rete e sensibilizzare maggiormente i cittadini sull’importanza del risparmio idrico, ritiene di aver ottenuto un ottimo risultato ed invita i cittadini a non sprecare il bene acqua e ad attivare ogni migliore pratica per evitare di sciupare una risorsa importante, tanto più perché esauribile.

Le installazioni che, negli ultimi anni, si sono succedute a livello locale e nelle diverse città che hanno sostenuto ed appoggiato un progetto di tale portata, danno la misura del successo e della validità dell’iniziativa.


Ma cos'è la "CASA DELL'ACQUA"?

Si tratta di una struttura dove è possibile prelevare acqua microfiltrata naturale o con l'aggiunta di anidride carbonica.

L'ubicazione è nella zona delle "Selve" vicino a dove anche in passato si andava a prendere l'acqua della fonte.


Come viene depurata l’acqua?

L’acqua proveniente dall’acquedotto comunale, prima di venire erogata subisce un accurato processo di trattamento, consistente in una micro filtrazione, nella rimozione del cloro, nella sterilizzazione e nel raffreddamento della stessa. Per l’acqua gassata, è anche prevista l’aggiunta di anidride carbonica. I beccucci di erogazione sono rivestiti in acciaio inox e a ogni erogazione vengono irrorati di ozono, che notoriamente è un gas molto efficace per la sterilizzazione.

L’erogazione di acqua della casetta rispetta un severo protocollo di gestione e controllo approvato dall’Azienda Sanitaria.


Quali sono i vantaggi ambientali:

Acqua a Km 0 - riduzione imballaggi in plastica - risparmio materie prime (petrolio, energia elettrica, acqua, ecc.) - minore inquinamento dell’aria - meno tir sulle strade - meno necessità di nuovi inceneritori e discariche - la Casa dell’Acqua è 100% riciclabile con illuminazione a basso consumo energetico.

Quali i vantaggi economici:

Riduzione dei costi per l’acquisto dell’acqua - riduzione della spesa per la gestione dei rifiuti e conseguente riduzione della tassa rifiuti.

E quali i vantaggi sociali:

Acqua erogata di altissima qualità - la Casa dell’Acqua è un servizio per il cittadino e vuole diventare punto di socializzazione e d’informazione - sostegno all’economia del territorio.


Come funziona?

E' possibile prelevare l'acqua in modo libero ma responsabile.

L'impianto rimane aperto per l'intero anno solare ed è dotato di sofisticate apparecchiature per la gestione della depurazione e delle modalità di prelievo.


LE REGOLE DELLA FONTE

 

Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Cliccando su Chiudi acconsenti all'uso dei cookie. Per approfondire o opporsi al consenso di tutti o di alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per approfondire o opporsi al consenso di tutti o di alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Accetto i cookies provenienti da questo sito.