Aggiornamento del 13 marzo 2021


In base all’Ordinanza del Ministro della Salute del 12 marzo 2021, a partire da lunedì 15 marzo la Lombardia è collocata in “zona rossa” per un periodo di 15 giorni.

Il Decreto Legge n. 30 del 13 marzo 2021 individua ulteriori misure in considerazione della maggiore diffusività del virus e delle sue varianti, oltre a misure specifiche valide durante il periodo pasquale. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, fatta eccezione per le Regioni o Province autonome collocate in “zona bianca”, le disposizioni previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale.

Il Decreto Legge entra in vigore dal 15 marzo e resterà efficace fino al 6 aprile.


È ancora vigente l'Ordinanza regionale n. 675 che prevede la sospensione delle limitazioni permanenti alla circolazione dei veicoli Euro 4 diesel, nei Comuni in Fascia 1 e nei Comuni con più di 30.000 abitanti in Fascia 2, stabilita dall’Allegato 1 della deliberazione della Giunta Regionale n. 3606 del 28/09/2020, fino al prorogarsi della situazione emergenziale.


Per maggiori informazioni sulle disposizioni valide in Lombardia vai alla pagina dedicate alle Misure valide in Lombardia.

Per scoprire tutte le misure e i servizi attivati da Regione Lombardia per affrontare l’emergenza Coronavirus vai alla pagina dedicata.


LINK UTILI

Per approfondimenti sui provvedimenti del Governo si rimanda alle pagine dedicate:

 

 


 

ZONA ROSSA - ripasso delle prescrizioni

 

⛔ LOMBARDIA ZONA ROSSA DA LUNEDì 15 MARZO
 
🚗 SPOSTAMENTI
. Consentito lo spostamento (anche nel Comune di residenza) solo per motivi di lavoro, salute o necessità. Rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
. Obbligatoria l’autocertificazione ogni volta che ci si sposta dalla propria abitazione, in dotazione anche alle forze dell'ordine.
. È possibile ricongiungersi col coniuge/partner solo se il luogo scelto coincide con quello in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione.
 
🏡 VISITE E SECONDE CASE
Non è consentito raggiungere amici o parenti ed è vietato lo spostamento verso le seconde case.
 
🏫 SCUOLE
Chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido (consentite lezioni in presenza per studenti disabili).
 
🍸🍺 BAR E RISTORANTI
. È sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.) e nelle loro adiacenze;
. Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, con le seguenti regole:
- dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
- dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3) o commercio al dettaglio di bevande (codice ATECO 47.25); la consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti; è consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati.
 
🏃‍♀️🏃‍♂️ ATTIVITÀ SPORTIVA
Consentita l’attività sportiva solo in forma individuale da svolgersi esclusivamente all’aperto.
 
🤸‍♀️🤸‍♂️ ATTIVITÀ MOTORIA
Solo nei pressi della propria abitazione è consentita l’attività motoria.
 
🚫 CHIUSURA ATTIVITA'
. Chiusi i barbieri, parrucchieri e i servizi alla persona in genere.
. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto.
. Chiusi i mercati di paese (salvo le attività di vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici) e i negozi di commercio al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità.
. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.
. Confermate le chiusure previste per i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.
torna all'inizio del contenuto